Trauma psicologico: quando e come intervenire

Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Il trattamento di emergenza dopo eventi traumatici

Gli eventi traumatici possono avere conseguenze devastanti se non adeguatamente compresi, contenuti e trattati. Il trauma psicologico infatti coinvolge la dimensione corporea, psichica ed emotiva della persona che lo ha vissuto, sia che si tratti di un trauma fisico, sia che si tratti di un trauma emotivo. Se la qualità di vita peggiora sensibilmente è necessario intervenire. Vediamo come.

Che cosa è un trauma psicologico

Possiamo considerare traumatico ogni evento violento, inaspettato, inaccettabile, incomprensibile, terrificante, insopportabile di cui siamo vittime o a cui assistiamo come testimoni diretti. Dopo un evento traumatico accade di rivivere l’esperienza con pensieri, incubi e flashback; si mette in atto un comportamento di evitamento di pensieri, emozioni, luoghi e attività collegate al trauma psicologico; si percepiscono forti emozioni negative e dolorose che non riusciamo a controllare; si ha un vissuto di disorientamento e di solito una iper attivazione che può esprimersi con aggressività, disturbi del sonno, comportamenti spericolati o autolesivi… Tutto questo può normalizzarsi nel tempo o evolvere in un Disturbo Post Traumatico da Stress (PTSD)

Hai vissuto un evento traumatico? Facciamo qualche esempio

incidente stradale

Se ti è capitato di essere stato coinvolto in un incidente stradale, aereo, marittimo, ferroviario, e hai temuto per la tua vita o la vita di qualcuno coinvolto, allora hai vissuto un evento traumatico.

Se ti è stata fatta diagnosi di una malattiache mette a rischio la tua vita, o è accaduto ad una persona per te importante, allora hai vissuto un evento traumatico.

Se sei stato vittima di un disastronaturale(terremoto, maremoto, alluvione, frana, valanga, uragano, eruzione vulcanica…) e hai temuto per la tua vita o quella di un tuo caro, allora hai vissuto un evento traumatico.

Se sei stato vittima di una aggressione, di una violenzaallora hai vissuto un evento traumatico.

Se hai assistitoa episodi di violenza o aggressività, singoli o ripetuti, allora hai vissuto un evento traumatico.

Se hai subito un luttoimportante nella tua vita, allora hai vissuto un evento traumatico.

Se hai sopportato la trascuratezza emotiva di una figura genitoriale che era presente ma non ti curava a dovere, allora hai vissuto un evento traumatico.

Se hai sopportato lo stato depressivo, o l’abuso di sostanzeda parte di una persona di riferimento nella tua infanzia, allora hai vissuto un evento traumatico.

… la lista potrebbe continuare, ma quello su cui dobbiamo riflettere è che l’87% dei pazienti con un disturbo mentale grave ha sperimentato almeno un evento di vita traumatico e i traumi più comuni sono aggressioni e abusi sessuali.

L’impatto del trauma psicologico sulla salute

Sono molti gli studi che confermano come l’esposizione a situazioni traumatiche in età infantile sia collegata in età adulta a depressione, tentativi di suicidio, alcolismo, abuso di sostanze, promiscuità sessuale, violenza domestica, automutilazioni; inoltre, bambini esposti a situazioni traumatiche, da adulti possono essere a rischio di ipertensione, diabete, ictus, infarto, a causa dell’influenza che il trauma psicologico ha sul sistema dello stress.

Oggi sappiamo che le esperienze traumatiche possono continuare ad avere un impatto sulle strutture cerebrali nel corso di tutta la nostra esistenza, modificando le connessioni neurali. Il modo in cui le esperienze traumatiche possono restare in memoria non è dunque solo un fatto mentale, ma è anche fisico, perché la capacità di elaborare l’informazione traumatica è interrotta. Per questo motivo il ricordo dell’evento traumatico rimane intatto ed è causa dei sintomi.

Cosa fare dopo un trauma psicologico

dopo un trauma

Per prima cosa è necessario prendersi del tempo. Ci sono dei vissuti traumatici che con il tempo possono essere elaborati anche grazie al supporto di familiari, amici e figure di riferimento. Non tutti gli eventi traumatici producono sintomi permanenti, la vita è costellata da esperienze difficili, la differenza può farla il sistema di supporto che abbiamo intorno, e la nostra resilienza, la nostra capacità di affrontare ed elaborare gli eventi della vita.

Tuttavia se abbiamo la percezione di non farcela o se nonostante il tempo trascorso la nostra vita non torna alla normalità, è necessario rivolgersi ad un professionista. Ad oggi una delle tecniche psicoterapeutiche riconosciute come più efficaci per il trattamento dei disturbi da trauma psicologico è l’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing)

Leggi anche

Iscriviti allaNewsletter

Iscriviti allaNewsletter

E ricevi nella tua casella di posta le nostre novità, ancora fresche di stampa!

Fantastico! Iscrizione effettuata!

Pin It on Pinterest

Share This