fbpx

Tieni il tempo

Come educare a vivere al meglio il proprio tempo

10 consigli utili per poter gestire al meglio il proprio tempo. In un periodo nel quale ci ritroviamo a casa, in relazione al verificarsi di una epidemia virale. Molte persone hanno sospeso le proprie attività lavorative e si sono in modo improvviso fermati. Un arresto forzoso, che costringe a mettersi in relazione con se stessi, con il proprio tempo, che permette, se visto positivamente, di ricostruire, riprogettare e riprogettarsi in un orizzonte da costruire.

La prospettiva temporale

“ Non ho tempo !” Quante volte durante la giornata vengono pronunciate queste parole…

In famiglia, al lavoro e, in particolare, con noi stessi, per fare qualcosa o semplicemente per dedicarci a noi o ai nostri famigliari.

La gestione del tempo è un aspetto centrale nella vita di ognuno di noi….spesso ci troviamo in difficoltà e molte persone non sono in grado di organizzarlo in modo efficiente.

Secondo un noto psicologo statunitense Philip Zimbardo [1], che ha condotto molti studi sul nostro atteggiamento nei confronti del tempo, ognuno di noi ha costruito una prospettiva temporale che tendiamo a privilegiare nella vita.

La prospettiva temporale sarebbe determinata da una forza inconsapevole che porterebbe a orientarci al presente, passato o al futuro e a condizionare, di conseguenza le nostre azioni.

Se, per esempio, siamo legati alle esperienze negative del passato esse, in qualche modo, potrebbero fungere da blocco rispetto al nostro presente; se viviamo il presente come legato al fato e non ci sentiamo protagonisti, subiremo le scelte di altre persone. Se, al contrario, siamo già proiettati sul futuro, finiremo per pianificare e progettare senza saper vivere appieno il presente.

Sai gestire il tuo tempo?

Hai mai pensato a come gestisci il tempo? Sei in grado di ottimizzarlo e rendertene protagonista? O affannato lo rincorri?

Ti sei mai chiesto se sei più legato alle esperienze passate, positive o negative, o se vivi al presente e, quindi, ti senti protagonista delle tue scelte? Oppure ti senti legato alle esperienze piacevoli vissute nel qui ed ora? O, ancora, sei proiettato sulle tue aspettative per il futuro?

Questo è il momento per domandartelo!!

In questo periodo inatteso che ci fa vivere sospesi, ti ritrovi a dover fare i conti con un tempo che non pensavi di avere. E’ come se, improvvisamente, da essere simili a Bianconiglio, personaggio noto di Carroll in perenne affannoso tentativo che controllare un tempo che sfugge, ci ritrovassimo improvvisamente immobili. Cosa fare ora?

10 consigli

Ecco, ti fornisco una serie di consigli, una sorta di decalogo, che possa divenire uno spunto di riflessione sul tuo riposizionamento tra presente, passato e futuro:

  • Riparti da te stesso

Ascolta… Se non puoi andare fuori…entra dentro di te!

In quale posizione di solito ti poni riguardo al tempo? Sei orientato al presente, al passato o al futuro? La consapevolezza rispetto alla tua posizione definisce i tuoi comportamenti, se modifichi la tua posizione rispetto al tempo, modifichi di conseguenza i tuoi atteggiamenti.

  • Crea una routine

Il tempo da passare a casa a volte può sembrare troppo lungo e lo sconforto può subentrare alla nostra porta. La routine aiuta a regolare gli stati emotivi e conferisce sicurezza in un momento in cui il vivere sospesi comporta molta incertezza.

  • Vivi la tua famiglia

Impara a riscoprire un tempo da trascorrere insieme, giocando, ridendo, rimanendo seduti sul divano insieme. La dimensione della coppia e della famiglia ritorna a dare significato e senso al vivere comune.

  • Riprendi il tuo tempo

Ripensa al passato: tutto ciò che fai o hai fatto risponde a ciò che tu vuoi? Lo ritieni essenziale o vorresti fare qualcosa di differente?

Per tutti, il giorno è composto da 24 ore. Ripensa al tuo giorno e scrivi quali sono gli elementi fondamentali e quali, invece, possono essere procrastinati, o addirittura non ritieni importanti.

  • Riscopri la bellezza delle piccole cose

A volte non siamo in grado di osservare le piccole cose che capitano. Nonostante siamo in casa, la natura non si è fermata! Quanta bellezza ci sta intorno…siamo anche noi nel tempo dell’attesa…di quei semi che tra poco sbocceranno…e renderanno ancor più bella la nostra primavera!

  • Annoiati

Nutriti anche della noia, che favorisce lo sviluppo di un pensiero creativo. Impara a stare e basta. La noia favorisce un pensiero divergente che permette di creare e di superare delle barriere che a volte il pensiero quotidiano pone.

  • Pianifica e programma

Definisci alcuni nuovi obiettivi da raggiungere per una crescita personale o professionale.

Siamo vivi dentro! Ascolta i tuoi desideri, pianifica i tuoi obiettivi, pensa a cosa potrebbe renderli attivi e programma un percorso da seguire!

  • Ritorna bambino

Vivi in una dimensione atemporale non avendo impegni lavorativi, si può vivere con uno stato emotivo altro, come i bambini piccoli che non hanno la consapevolezza del tempo e vivono ogni istante mettendoci tutti loro stessi.

  • Scopriti diverso da quella che sei

“Non sono stato io, io in persona ad alzarmi questa mattina? Mi pare di ricordarmi che mi sono trovato un po’ diverso”[2]

  • Tieni il tempo

Riscopri il tuo tempo, la tua melodia e il tuo ritmo. Ognuno vive secondo un suo ritmo che risulta a volte all’unisono con quello che vivi nella comunità, a volte è dissonante. Riscopri il tuo e tieni il tempo! Conservalo e portalo con te, come un dono prezioso e ritrovato.

Bibliografia

[1] Philip G.Zimbardo “Il paradosso del tempo. La nuova psicologia del tempo che cambierà la tua vita”, 2009.

[2] “Alice nel paese di Meraviglie” Lewis  Carroll, 1865

loading...
Iscriviti allaNewsletter

Iscriviti allaNewsletter

E ricevi nella tua casella di posta le nostre novità, ancora fresche di stampa!

Fantastico! Iscrizione effettuata!

Pin It on Pinterest

Share This