Perché la passione si spegne?

La passione è uno stato di violenta e persistente emozione che può essere indirizzata verso un oggetto, ad esempio arte, sport, creatività, o verso una parsona che è generalmente l’oggetto del nostro amore.

A volte, però, quello che si credeva essere il grande amore, la passione eterna, la persona con la quale avremmo voluto passare tutta la vita, si rivela un fuoco di paglia. Tutte le affinità che avevamo trovato ad un certo punto sembrano scomparire, ci ritroviamo di fronte una persona che sembra diventata un’estranea, che non ha più niente da dirci e alla quale non abbiamo più niente da dire.

Cos’è successo? La nostra valutazione era sbagliata?

Cosa raffredda il nostro entusiasmo?

La durata delle nostre passioni, come la durata della nostra vita, non dipende da noi.

François de La Rochefoucauld

Può essere che qualcosa in quella persona ci abbia colpito a tal punto da appannare la nostra capacità di giudizio, ma può anche essere che quella persona fosse veramente come ci era sembrata. La stessa persona che ci era piaciuta, con la quale ci trovavamo a nostro agio, sulla quale avevamo tanto investito, ad un certo punto non corrisponde più alle nostre necessità.

Il motivo è semplice, anche se un po’ crudele: il tempo passa, le persone cambiano e non sempre il cambiamento di due persone segue la stessa direzione. A volte le strade percorse prendono diverse direzioni, indipendentemente dalla nostra volontà. Quando ci si rende conto di non riuscire più a comunicare all’altro i nostri sentimenti, quando capiamo che i suoi comportamenti non ci sono più così familiari come in passato, cominciano a nascere problemi.

Succede che una coppia si divida anche se, all’inizio del loro rapporto, tutti avrebbero scommesso che fossero la coppia perfetta, questo dimostra che la fine di un amore non è la conseguenza di una scelta iniziale sbagliata mo è piuttosto la conseguenza dell’incapacità di prevedere il futuro, i cambiamenti che subentreranno e i nuovi bisogni che insorgeranno

Una classifica viene in nostro aiuto

Il problema è riuscire a predire quale di queste caratteristiche sarà più importante, a lungo termine, nella nostra relazione e come il nostro partner si evolverà sotto questi punti di vista.

Robert Sternberg, noto psicologo statunitense, ci da una mano proponendo una suddivisione delle qualità che sembrano aumentare di importanza con il passare del tempo e di quelle che, invece, perdono importanza o rivestono un’importanza variabile. Secondo i suoi studi, queste sono le qualità che aumentano di importanza, quelle, quindi, da tenere assolutamente presenti fin dall’inizio della nostra scelta:

  • condivisione di valori e credo religioso
  • desiderio di cambiare in sintonia con il partner
  • tolleranza dei difetti altrui

altre qualità che inizialmente sembrano importanti per orientare le nostre scelte, tendono invece a perdere importanza con il passare del tempo:

  • personalità interessante
  • attenzione per l’altro
  • rapporti con i familiari

ma non è tutto così semplice, lo stesso Sternberg ci avvisa che alcune qualità possono assumere un’importanza variabile, a seconda degli individui e delle condizioni:

  • attrazione fisica
  • abilità sessuale
  • capacità di entrare in empatia
  • predisposizione ad esprimere i propri sentimenti
  • livello intellettuale simile

Che fare dunque? Rischiare, affidandoci solo al nostro istinto oppure optare per una scelta ragionata valutando con attenzione tutti i possibili sviluppi? Come ci suggerisce Alfred Adler:

Segui il tuo cuore, ma porta il tuo cervello con te.

Iscriviti allaNewsletter

Iscriviti allaNewsletter

E ricevi nella tua casella di posta le nostre novità, ancora fresche di stampa!

Fantastico! Iscrizione effettuata!

Pin It on Pinterest

Share This